Percorsi Family

BIKE FAMILY IF

FAENZA E LE SUE COLLINE


Dalla rinascimentale Torre di Oriolo al centro di Faenza, città della ceramica, e ritorno passando da Sarna: una escursione che unisce le suggestioni dell’arte e della storia e il paesaggio collinare decorato da vigneti e frutteti.

Partenza: Torre di Oriolo
Lunghezza: 34 km
Dislivello: 400 m
Tempo: circa 3.30 ore
Difficoltà: facile

Scarica il GPX

Da vedere

La Torre di Oriolo (1), in splendida posizione panoramica, ha una singolare pianta pentagonale.

Scopri di più

A Faenza, il Museo Internazionale delle Ceramiche (2) presenta la storia della ceramica dall’Età Precolombiana ai giorni nostri e conserva pezzi, tra gli altri, di Fontana, Picasso, Chagall. Nel centro di Faenza: l’elegante piazza del Popolo (3), il Museo dell’Età Neoclassica in Romagna Palazzo Milzetti (4), le botteghe degli artigiani ceramisti (5).

Esperienze su prenotazione

L’Agriturismo La Sabbiona (6) propone visita all’azienda e degustazione di vini e prodotti, corso per imparare a fare la vera piadina romagnola, merenda con relax in piscina. Il Museo Internazionale delle Ceramiche (2) è un gioiello da non perdere, che si può visitare con visita libera o con guida

IL BORGO MEDIEVALE DI BRISIGHELLA, TRA GESSI E CALANCHI


Brisighella, uno dei “Borghi più belli d’Italia” e famosa per il suo pregevole olio extravergine DOP, ha un centro medievale caratteristico e ricco di sorprese. Si toccano i monumenti più interessanti prima di uscire sulle colline che sovrastano le Terme, verso Marzeno, per godersi la vista del borgo e dei tre colli prima di rientrare.

Partenza: parcheggio Stazione ferroviaria
Lunghezza: 19 km
Dislivello: 260 m
Tempo: circa 2.30 ore
Difficoltà: facile

Scarica il GPX

Da vedere

La romanica Pieve di Tho (1) è la più antica pieve sorta nella Valle del Lamone, costruita probabilmente tra l’VIII e il X secolo

Scopri di più

Il centro storico di Brisighella con le viuzze e la caratteristica Via degli Asini (2) del XII secolo, la Rocca Veneziana (3) e la Torre dell’Orologio (4). Nella Collegiata di San Michele (5), una “Adorazione dei Magi” di Marco Palmezzano. Interessante anche il Museo Ugonia (7), con pitture e litografie dell’artista brisighellese.

Esperienze su prenotazione

L’olio di Brisighella (6) è stato tra i primi cinque in Italia ad aver ottenuto la prestigiosa DOP. È possibile prenotare una degustazione guidata di tre oli o una degustazione arricchita dai prodotti tipici del territorio.

RIOLO TERME E LA VALLE DEL SENIO


Da Riolo Terme fino alla frazione Isola e poi sulle colline che circondano il paese verso la Serra, una delle rinomate aree di produzione dei vini di queste colline. Si rientra toccando Villa Vezzano e lo Stabilimento Termale di Riolo.

Partenza: Parcheggio del Parco Fluviale
Lunghezza: 25 km
Dislivello: 430 m
Tempo: circa 3 ore
Difficoltà: facile

Scarica il GPX

Da vedere

La Rocca di Riolo Terme (1), appartenuta a Caterina Sforza, con il Museo del Paesaggio dell’Appennino Faentino.

Scopri di più

La mura (2) con la suggestiva veduta sulla valle del Senio. Lo Stabilimento Termale (3), del 1870, con eleganti padiglioni in stile Liberty immersi in un parco secolare.

Esperienze su prenotazione

La Tenuta Masselina (4) è un’eccellenza nella produzione divini biologici, spumante con metodo classico e vini in anfora.

Scopri di più

E’ possibile fare una passeggiata guidata tra i vigneti concludendo con una degustazione di vini e, volendo, una piccola merenda. La Rocca di Riolo (1) si può visitare con visita libera o accompagnati da Caterina Sforza… in persona! Molto suggestive, nella Rocca, le “cene con delitto” e le “escape room”. Da non perdere le proposte relax nella piscina termale (3), eventualmente completate con pranzo o cena nel ristorante del Grand Hotel o fantastici picnic nel parco secolare: l’ideale per terminare la giornata in modo davvero naturale.

CASOLA VALSENIO STORIE DI BICI


Dalla Casa Museo il Cardello si arriva al parco sul fiume Senio, si sale poi sulla collina a ovest del paese e si rientra a Casola Valsenio e quindi al Cardello. Si segnalano: ponte sul fiume Senio al km 3,1 e salita intensa ma breve (300 m circa) al km 9,9.

Partenza: Parcheggio Casa Museo Il Cardello
Lunghezza: 12,5 km
Dislivello: 450 m
Tempo: circa 2.30 ore
Difficoltà: media

Scarica il GPX

Da vedere

La Casa Museo Il Cardello (1), dove ha vissuto gran parte della sua vita lo scrittore faentino Alfredo Oriani, è un raro e splendido esempio di casa signorile romagnola dell’Otto/Novecento, perfettamente conservata ed immersa in un bel parco.

Scopri di più

Alfredo Oriani è considerato il padre del cicloturismo: nel 1897 affrontò da solo un lungo viaggio tra Romagna e Toscana, raccontato in uno dei suoi libri più amati, La bicicletta. Nel Museo, la sua inseparabile bicicletta. Il Giardino delle Erbe (2) è un orto botanico specializzato in piante officinali, con quasi 500 varietà di piante. L’Abbazia di Valsenio (3), a nord del paese, risale all’XI secolo.

Esperienze su prenotazione

Il Giardino delle Erbe (2) propone visite guidate alla scoperta dei segreti delle piante e laboratori sulla distillazione e la preparazione delle tisane. Da provare, nei ristoranti di Casola Valsenio, gli originali menù alle erbe aromatiche, ai fiori e ai frutti dimenticati.

Italiano